Somalia, triplice attentato con autobombe a Mogadiscio: almeno 17 morti


Un precedente attentato
in foto: Un precedente attentato

Ancora sangue e terrore in Somalia dove nella mattinata di venerdì ben tre autobombe hanno squassato il centro della capitale Mogadiscio facendo morti e feriti. Un primo bilancio del triplice attentato parla di almeno 17 morti e decine di persone ferite nella serie di esplosioni che hanno coinvolto l’area nei pressi dell’Hotel Sahafi e del quartier generale del Dipartimento per le investigazioni criminali della polizia locale. Si tratta in tutti e tre i casi di autobombe fatte deflagrare in strada nei pressi di edifici governativi. “Le vittime sono soprattutto civili e guardie della sicurezza”, ha dichiarato un funzionario della polizia locale, spiegando che purtroppo il bilancio è destinato ad aumentare. Testimoni infatti hanno riferito di aver visto dozzine di persone a terra in strada e le prime immagini mostrano edifici gravemente danneggiati e carcasse di bus e auto in fiamme.

Gli scoppi sono stati seguiti subito dopo da violente raffiche di mitra sparate all’impazzata probabilmente a causa di uno scontro a fuoco tra assalitori e guardie armate poste davanti agli edifici presi di mira. Inizialmente due autobombe sono esplose vicino all’hotel Sahafi, poi si sono sentiti spari e una terza esplosione nella zona. Durante la sparatoria le forze di sicurezza avrebbero ucciso diversi uomini armati che hanno tentato di assaltare l’hotel. Poco dopo l’attacco, il gruppo ribelle islamico al-Shabab ha rivendicato l’attentato. La Somalia e la capitale in particolare sono da tempo bersagliate da violenti attentati dinamitardi che spesso fanno vittime tra i civili e che col tempo hanno cerato un clima di vero terrore nella popolazione. Principali protagonisti di questi attentati sono proprio i membri del gruppo integralista islamico Al Shabab, legato alla rete del terrore Al Qaida, che, seppur indeboliti dall’offensiva dell’esercito somalo e delle truppe Amisom, continuano a controllare vaste zone del Paese africano


Link ufficiale: https://www.fanpage.it/feed/