Sono 12 e stanno tutti bene


Ha acquistato delle uova al supermercato, è tornato a casa e invece di cucinarle le ha messe in un’incubatrice: neanche tre settimane dopo sono nati ben 12 pulcini. Questo è quanto successo a Mario. Il ragazzo ci ha spiegato di essere tornato a casa con tre blister da 18 uova di quaglia di tre marche differenti. “Ci tengo ad affermare che non intendo denunciare nulla e di conseguenza mi asterrò dal fornire il nome della marca e del supermercato dal quale ho acquistato le uova” afferma Mario. Delle tre confezioni acquistate, in due non erano presenti uova feconde mentre nella terza tutte le uova erano fertili.

“La sera stessa le uova sono state poste in un’incubatrice a 37,7 c° e mantenute a questa temperatura per 18 giorni provvedendo a girarle circa 3 volte al giorno. Il diciottesimo giorno su ben 18 uova se ne sono schiuse 12 mentre altri 6 pulcini non sono riusciti a uscire e di conseguenza sono morti ancora nel guscio” racconta.

“Il risultato sono state ben 18 uova feconde su 18 nonostante l’azienda mi avesse assicurato che non vi era la minima possibilità di schiusa affermando di non avere maschi” spiega Mario. Ora le quaglie hanno circa 3 settimane e godono di ottima salute “tranne una che è nata malformata ed un altra che è precipitata dal balcone”. Nessun decesso, dunque. Chiosa finale: “Ora a me sembra veramente una crudeltà l’accaduto, qui si tratta di consumare uova con embrioni potenzialmente vivi all’interno…”.


Link ufficiale: https://www.fanpage.it/feed/