“Sono a completa disposizione, posso giocare anche in porta. CR7? Qui in Italia siamo nemici. Su Cancelo…” – Passioneinter.com


Dopo la firma sul contratto e i primi allenamenti con l’Inter, per Cedric Soares è arrivato il momento delle presentazioni ufficiali. Il terzino portoghese, arrivato in prestito dal Southampton, è fino ad oggi l’unico rinforzo della campagna acquisti invernale da parte della dirigenza nerazzurra. Questo pomeriggio, il classe 1991 si è presentato ai suoi nuovi tifosi rispondendo alle domande dei giornalisti nella sala stampa del Centro Sportivo Suning.

Le prime impressioni del mondo nerazzurro: “Le impressioni sono veramente positive. Sto imparando molto, in questo mercato ovviamente la transazione è stata veloce. Sapevo dell’interesse dell’Inter, mi hanno cercato anche qualche anno fa”.

La condizione fisica: “Sono a disposizione al 100%. Sto lavorando molto duramente e sto imparando tante cose sulla società. Tutti mi hanno aiutato ad ambientarti, sono pronto e a disposizione del mister”.

La sfida a distanza con Cristiano Ronaldo: “Non ho avuto la possibilità di parlare con lui. E’ un grande amico, condivido tanto con lui in Nazionale. Lui però qui in Italia è un rivale”.

Il paragone con Cancelo: “E’ un ottimo giocatore, siamo abbastanza diversi. Lui nasce esterno alto di centrocampo, anche a me piace spingere ma in modo diverso. Credo che vi accorgerete anche voi di queste differenze in campo”.

Il riscatto a fine stagione: Non penserò molto alla conferma. Cercherò di giocare e basta, per dimostrare quanto valgo. Fuori e dentro al campo, sono concentrato a dare il massimo. Ho fiducia nei miei mezzi, sono focalizzato su cosa devo fare in campo. La conferma poi verrà da sé”.

Le differenze con la Premier: “Ci sono tante differenze, non c’è dubbio. Quello inglese è un campionato veloce e aggressivo, spero di poter esordire velocemente in Italia. Qui c’è tanta qualità, tanto possesso palla. Ho giocato in Portogallo dove il campionato è un mix tra i due, i giocatori qui sono forti. L’Inter è una grande squadra e apprezzo molto la qualità dei miei compagni”.

La posizione in campo: “Non ho parlato di questo con Spalletti, abbiamo parlato di altri dettagli. Sono abituato a giocare sulla fascia destra anche se mi è toccato di agire sulla sinistra un paio di volte. Sono a completa disposizione del mister, giocherei anche in attacco o in porta se mi danno i guantoni. Sono qui per dare il massimo e aiutare l’Inter a vincere”.

 LEGGI ANCHE – CALCIOMERCATO INTER, IL RIEPILOGO DELLE NEWS DI GIORNATA




Link ufficiale: gazzetta.it