Stato di emergenza per 11 regioni colpite dal maltempo: governo stanzia 53,5 milioni


Il Consiglio dei Ministri ha dichiarato lo stato di emergenza per 11 Regioni italiane colpite dall’ondata di maltempo dei giorni scorsi. Le Regioni che avevano inviato la richiesta alla Protezione Civile sono Calabria, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Sardegna, Sicilia, Toscana, Veneto e Trentino Alto Adige. Il Cdm ha stanziato al momento 53,5 milioni di euro per l’emergenza e a breve ne arriveranno altri 200. “Stiamo aspettando che le regioni facciano tutte le ricognizioni”, ha spiegato il ministro per il Sud Barbara Lezzi, specificando che gli ulteriori 200 milioni arriveranno a breve con il Dpcm.

Tra le priorità definite ci sono il rispristino delle strade e dei centri abitati colpiti da frane e smottamenti, la messa in sicurezza delle foreste distrutte, e gli interventi sulle fabbriche che devono riprendere la produzione. Oltre agli iniziali 53,5 milioni di euro, si aggiungeranno successivamente 100 milioni di euro dal Fondo spese impreviste e altri 100 milioni di euro dal Fondo per le esigenze indifferibili. Tali risorse si sommeranno a quelle del decreto del Presidente del Consiglio per la ripartizione del Fondo investimenti attualmente all’esame delle Camere e destinate alla prevenzione e alla risoluzione delle emergenze sul territorio in materia di dissesto idrogeologico.

Nel pomeriggio, il vicepremier Luigi Di Maio ha inoltre annunciato l’intenzione di destinare parte degli stipendi di senatori e deputati pentastellati alle regioni colpite dal maltempo: “Secondo noi i parlamentari guadagnano troppo e presto dovremo mettere mano agli stipendi di tutti i parlamentari utilizzando l’ufficio di Presidenza della Camera e del Senato. Parte degli stipendi dei nostri deputati e senatori andranno alle Regioni colpite dal maltempo”, ha dichiarato in una diretta Facebook.


Link ufficiale: https://www.fanpage.it/feed/