Stava bene fino a un anno


Era stato bene per un anno, poi all’improvviso i primi sintomi che in poco tempo di sono aggravati sempre di più fino a portarlo alla morte ad appena 19 mesi. È la terribile storia del piccolo Tommaso Prataviera, un bimbo  San Donà di Piave portato via nelle scorse ore all’affetto dei suoi genitori da una malattia tanto terribile e aggressiva quanto rara. Visite specialistiche e analisi cliniche approfondite infatti non sono riuscite a stabilire con certezza il male incurabile che lo aveva colpito: una malattia rarissima, sconosciuta anche alla medicina e alla letteratura scientifica. Il piccolo si è spento mercoledì all’ospedale di San Donà a causa di un crisi epilettica che lo aveva colpito.

Un dolore straziante per il papà Stefano, 36enne originario di San Stino di Livenza, e la madre Gloria 32enne sandonatese che da mesi gli erano accanto all’Hospice pediatrico di Padova dove era stato ricoverato per l’aggravarsi delle sue condizioni. Tommaso infatti ormai non riusciva più a vedere e aveva difficoltà nel mangiare anche se neppure la malattia era riuscita a togliergli quel sorriso contagioso. Un sorriso che i genitori hanno deciso di onorare donando le ricerche sul Dna del figlio in modo che possano essere utilizzate per capire la malattia e salvare altri bambini nelle stesse condizioni di Tommaso. Nonni, zii, parenti e amici si stringeranno  attorno ai genitori per l’ultimo addio al piccolo nel pomeriggio di giovedì alle 14.30 per i funerali in duomo a San Donà


Link ufficiale: https://www.fanpage.it/feed/