Tenta di violentare allievo agente di polizia nella caserma, vice comandante in cella


“Ti ho aiutato e ti ho insegnato come fare ora mi devi del sesso orale”, è l’assurda richiesta che un giovane allievo agente si è visto arrivare dal suo superiore mentre entrambi si trovavano all’interno della stazione di polizia. Una richiesta seguita anche da un tentativo di aggressione sessuale concluso solo con la richiesta di auto da parte del giovane via telefono. È quanto accaduto nell’ufficio dello sceriffo della contea di Polk a Lakeland, nello stato della Florida, in Usa, dove il vice sceriffo Scott Walker, 39 anni, è stato successivamente arrestato e licenziato. Secondo l’accusa, l’uomo ha approfittato del suo ruolo e ha fatto la squallida richiesta al ragazzo di 19 anni dopo avergli dato assistenza su come scrivere rapporti ufficiali.

Secondo la ricostruzione dell’accusa, l’allievo agente inizialmente ha ignorato il commento sul sesso orale di Walker ma quando il superiore gli ha messo le mani nei pantaloncini e poi nelle mutande ha capito che faceva su serio. Quando il 19enne ha tentato di sottrarsi, il 39enne avrebbe chiuso a chiave la porta della stanza in cui si trovavano spingendolo poi contro il muro e abbassandosi i pantaloni. Il giovane ha avuto la prontezza di inviare un messaggio di aiuto attraverso il telefono e solo a quel punto il superiore ha capito che poteva finire nei guai e lo ha lasciato andare minacciandolo però non dirlo a nessuno. Il 19enne in realtà lo ha subito denunciato facendo scattare l’indagine che poi ha portato all’arresto del vice sceriffo


Link ufficiale: https://www.fanpage.it/feed/