Teresa aveva solo 49 anni


Teresa Tramacere, una donna di 49 anni di Squinzano, in provincia di Lecce, è morta nel pomeriggio di ieri; era entrata in coma mentre veniva sottoposta a una gastroscopia. Lo scorso 19 ottobre la donna si trovava presso la Clinica “Petrucciani” di Lecce per eseguire un controllo di routine richiesto da uno specialista dell’Ospedale “Tatarella” di Cerignola dove, poi, si sarebbe dovuta sottoporre ad un delicato intervento per il trattamento endoscopico dell’obesità. Si sarebbe trattato di una gastroscopia, un esame di routine che raramente ha delle complicazioni.

Proprio nel corso dell’esame endogastroscopico, probabilmente a causa di complicanze che si sarebbero sommate  a un quadro clinico già molto compromesso, la quarantanovenne è finita in coma. I medici avrebbero riferito al marito che la donna aveva avuto un arresto cardiaco e che la stavano rianimando prima di trasferirla presso il reparto di Terapia intensiva dell’ospadale “Fazzi”. Ora i familiari vogliono avere chiarimenti e per questa ragione si sono rivolti a un legale di fiducia, l’avvocato Mino Miccoli, che sta seguendo la vicenda per verificare che tutti i criteri siano stati rispettati ed escludere la possibilità che si sia trattato di un caso di malasanità. Il pubblico ministero ha disposto il sequestro della salma per effettuare l’autopsia.


Link ufficiale: https://www.fanpage.it/feed/