Terremoto 6.8 in Grecia, trema tutto Sud Italia. Ingv: C’è l’allerta tsunami


Una violenta scossa di terremoto di magnitudo 6.8 è stata registrata in Grecia, nella costa occidentale del Peloponneso. I sismografi hanno registrato l’evento alle 00.54. Diramata un’allerta tsunami nel mar Jonio e nel basso Adriatico. Un sisma davvero molto forte, quindi, sentito in gran parte dell’Italia, al sud soprattutto e in Puglia in particolare, ma anche in Sicilia e con diverse segnalazioni da Napoli. Molte le chiamate di cittadini impauriti, in particolare residenti nei piani alti degli edifici. Al momento non si registrano danni a persone o cose, ma l’Ingv ha messo in guardia da “possibili variazioni del livello del mare inferiori a un metro. Si consiglia di stare lontani da coste e spiagge”.

“Un’anomalia di circa 10 centimetri si è osservata al mareografo di Le Castella, in provincia di Crotone, che conferma l’allerta tsunami arancio per le coste ioniche italiane. Si raccomanda massima prudenza nelle zone costiere e nei bacini portuali, seguendo le indicazioni delle autorità”, ha osservato l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia. “Siamo nel punto più sismico dell’intero Mediterraneo, la scossa ha generato l‘onda di 10 centimetri in provincia di Crotone e se non ci saranno altri movimenti sismici significativi è scongiurato il rischio tsunami” spiega a Sky tg24 Gianluca Valensise dell’Ingv.

Questo l’alert dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia inseguito alla forte scossa di terremoto, di magnitudo 6,8, che ha colpito la costa occidentale della Grecia.


Link ufficiale: https://www.fanpage.it/feed/