Terremoto Marche, scossa di 2.9 avvertita ad Ascoli Piceno: l’epicentro a Roccafluvione


Una scossa di magnitudo 2.9 è stata registrata nel pomeriggio di oggi, martedì 16 ottobre, alle 13:47 nelle Marche. L’epicentro è stato segnalato nel comune di Roccafluvione, tra le frazioni di Osoli, Caserine e Salare, ad una profondità di 11 chilometri. Il terremoto è stato avvertito nella vicina Ascoli Piceno e nelle zone già colpite dal sisma del 2016 che ha devastato numerosi comuni dell’Italia centrale. Non si hanno notizie di danni a cose o persone, come riferiscono i tecnici comunali e i vigili del fuoco ascolani impegnati nei primi sopralluoghi, ma molti cittadini sono scesi in strada per la paura causata dai lievi tremori e da alcuni boati verificatisi nella zona, dal capoluogo all’area montana e nell’entroterra. Numerose le telefonate giunte ai centralini delle forze dell’ordine e dei pompieri, ma la situazione risulta al momento sotto controllo.

Si ricordi che proprio la provincia di Ascoli Piceno è stata tra le più colpite dal sisma dell’agosto 2016 del Centro Italia: si sono registrati 53 morti nell’ascolano, tra cui molti bambini, 49 hanno perso perso la vita solo tra Arquata del Tronto e Pescara del Tronto. Si tratta, dunque, di una zona non nuova a fenomeni di questo genere. Tutte le comunicazioni relative ai movimenti della terra sono state segnalate dall’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia.


Link ufficiale: https://www.fanpage.it/feed/