Torturano e uccidono 29enne per il bancomat, poi vanno a festeggiare con i famigliari


Si facevano selfie sorridenti e allegri insieme a parenti e amici per festeggiare il capodanno come  se nulla fosse accaduto ma appena poche ore prima, invece, avevano torturato e ucciso un giovane 29enne solo con lo scopo di rubargli il bancomat e ottenere il codice pin per prelevare. È quanto emerso nel processo a carico di due uomini britannici, il 33enne Sean Histon e il 39enne George Dixon, ora giudicati colpevoli da un tribunale inglese per l’omicidio di Ashley Cochrane, avvenuto al fine dell’ano scorso a Newcastle. Il 29enne, aggredito in un ostello,  era stato lasciato esanime in una pozza di sangue, talmente malridotto  che il suo amico di stanza lo ha aiutato senza capire chi fosse. Purtroppo nonostante i soccorsi Ashley è morto poco dopo in ospedale.

Troppo gravi erano le ferite inferte dalla coppia di assassini. I due gli hanno rotto quasi tutte le costole,  schiacciato la testa contro un muro e infine lo hanno accoltellato. Ora Histon è stato incarcerato a vita con un termine minimo di 30 anni per omicidio mentre Dixon è stato condannato a 17 anni per concorso in omicidio. Come stabilito dal processo, la coppia stava rubando soldi per comprare cocaina e crack. “Quando penso a quello che è successo ad Ashley, e ci ripenso continuamente, non posso credere che un essere umano possa infliggere tanti danni a un’altra persona. Quando ho saputo che era per il suo pin, l’ho trovato ancora più difficile da capire perché Ashley non aveva nulla sul conto” ha raccontato l’amico della vittima


Link ufficiale: https://www.fanpage.it/feed/