Tottenham-Liverpool è la finale tra le “peggiori” dei gironi – La Gazzetta dello Sport


Le due squadre inglesi hanno collezionato rispettivamente 8 e 9 lunghezze. Così pochi li fece solo l’Inter del Triplete…

Tottenham e Liverpool hanno scritto una pagina importante della storia della Champions League, dando vita a due rimonte difficilmente rinvenibili negli annali del calcio. Ma la storia del mondo del pallone è fatta anche di numeri e, quasi mai come quest’anno, sono stati così bassi. Gli Spurs e i Reds, infatti, nella fase a gironi hanno collezionato rispettivamente 8 e 9 punti. Da quando la massima competizione europea ha abbandonato la formula con due raggruppamenti – dimezzati dall’introduzione degli ottavi di finale nell’edizione 2003/’04 – non è mai successo che le due finaliste fossero tra le squadre ad aver portato a casa meno punti rispetto a tutte le altre partecipanti alla competizione. Il Tottenham è la peggiore in assoluto di questi 15 anni, mentre il Liverpool è eguagliato solo dall’Inter del 2010, che arrivò in finale da fanalino di coda dei gironi.

TOTTENHAM E INTER

—  

Le analogie con quell’Inter non si fermano al mero dato numerico. Il 22 maggio 2010 i nerazzurri si laureavano campioni d’Europa, in un palcoscenico allestito per l’occasione a Madrid: stadio Santiago Bernabeu 9 anni fa, stadio Wanda Metropolitano quest’anno. Di nuovo nella capitale spagnola. A Madrid, inoltre, i nerazzurri completarono il Triplete, il Tottenham sogna invece il Treble Uefa (sarebbe la nona squadra nella storia ad aver vinto le tre competizioni europee, considerando anche la defunta Coppa delle Coppe). Ed è sempre in terra spagnola che Wanyama potrà portare in famiglia un altro titolo di campione d’Europa: il centrocampista è infatti fratellastro da parte di madre di Mariga, mediano dell’Inter ai tempi di Mourinho.


Link ufficiale: gazzetta.it