tutto inizi col siparietto con Totti nel 2017…


Segnando s’impara. E il giovane talento del Chievo Emanuel Vignato, classe 2000, ha cominciato presto nel nostro campionato ad apprendere e a studiare per esplodere nel mondo del pallone. Il suo battesimo in Serie A era arrivato nel maggio 2017, in una partita allo Stadio Bentegodi contro la Roma ricordata per un simpatico siparietto tra lui e Francesco Totti, all’ultima trasferta prima dell’addio al calcio giocato del leggendario numero 10 giallorosso. Emanuel si sta riscaldando per mettere in tasca il primo gettone tra i “grandi”, il cuore batte a mille, ma non sa ancora che proprio uno di quei grandi che ha fatto la storia si sta avvicinando a lui. “Ma tu chi sei?”, gli chiede Totti. “Un ragazzo del Chievo, Emanuel Vignato. Sono del 2000”. L’ex capitano della Roma si apre in un sorriso e piazza la battuta: “Sembri un dodicenne, vuoi 10 anni dei miei?”. Il talentino giallobl entrer da l a poco e, dopo due stagioni, il destino tesse ancora le sue fila, tanto che Vignato gonfia per la prima volta la rete in A proprio in quell’Olimpico che fu di Totti e proprio contro quella Lazio eterna rivale. E non un gol qualsiasi. Ma una perla da vedere e rivedere: controllo nello stretto, sterzata a tagliar fuori Parolo e destro secco all’angolino.

Emanuel Vignato, talentino del Chievo. Getty

Emanuel Vignato, talentino del Chievo. Getty

le origini
Emanuel veneto a tutti gli effetti, nato a Negrar in provincia di Verona, ma ha nel dna i geni del calcio brasiliano tutto fantasia: la madre infatti originaria del Brasile. E quella maglia verdeoro l’ha anche vestita, avendo collezionato una manciata di convocazioni nella nazionale Under 17 per poi decidere di sposare i colori azzurri dall’Under 18. Esterno, che all’occorrenza pu agire anche come trequartista, Vignato dotato di velocit e ottima tecnica di base. Il Chievo se lo tiene stretto, lo fa studiare dai libri del professor Pellissier, sperando possa essere il piccolo uomo su cui basare le speranze di un immediato ritorno in A. Prestazione e gol contro la Lazio gli hanno anche consentito di trionfare nel Best Value Player della 33 giornata.


I VIDEO DI GAZZETTA TV

la classifica
Vignato si portato a casa un “11” di Magic Voto che gli ha permesso, con un totale di 1,92 di B.V.P., di vincere il Best Value Player di giornata battendo la concorrenza del compagno di squadra Hetemaj, anche lui in gol nel 2-1 dell’Olimpico. Il finlandese ha totalizzato lo stesso M.V. del giovane attaccante, ma con una quotazione pi alta ha raggiunto solo un 1,89 di B.V.P. Al terzo posto, Floccari con 1,79.


Link ufficiale: gazzetta.it