una febbre del Diavolo: in 60mila per Milan-Sassuolo


Contro il Sassuolo per il secondo posto. Non quello della Serie A, ancora saldamente in mano al Napoli: qui si parla di spettatori. Se il trend di vendita proseguir al ritmo degli ultimi giorni, i tifosi del Milan che affolleranno il Meazza nel match del 26 turno contro gli emiliani potrebbero toccare quota 60mila (gi domani si arriver a 50mila biglietti venduti). E ne basterebbero 57.790 per far registrare la seconda affluenza pi corposa nella stagione (la prima, ovviamente, se l’ gustata Cristiano Ronaldo coi 74.729 paganti di Milan-Juve). un segnale dell’euforia che si respira tra il popolo rossonero, che venerd sera ha acclamato Rino Gattuso durante il 3-0 all’Empoli e dispensato cori per i nuovi idoli Piatek e Paquet, ma anche per Bakayoko e Castillejo. Il quarto posto difeso dall’assalto della Roma gi in apertura di weekend, l’Inter vicinissima in classifica a meno di un mese dal derby, la sensazione di essere ormai scesi dalle montagne russe del 2018: l’anno nuovo iniziato molto bene per il Diavolo, e la sua gente risponde.

Hakan Calhanoglu, 25 anni, calcia nel Meazza colorato di rossonero. LaPresse

Hakan Calhanoglu, 25 anni, calcia nel Meazza colorato di rossonero. LaPresse

SFIDA CITTADINA
I tifosi rossoneri, va detto, non hanno abbandonato la squadra neanche nel peggior momento della stagione. Scorrendo le presenze allo stadio in campionato, si rintraccia il punto pi basso il 22 dicembre, con 40mila spettatori in un Milan-Fiorentina 0-1 che seguiva due scialbi 0-0 con Torino e Bologna, nonch la dolorosa eliminazione dall’Europa League ad Atene. Numeri ragguardevoli, per un club che a luglio era in piena rifondazione societaria e che ha chiuso la campagna abbonamenti estiva intorno alle 30mila tessere, con uno sprint finale legato all’arrivo di Higuain. I livelli dell’Inter restano lontani (i rivali cittadini avevano chiuso il girone d’andata oltre la soglia dei 60mila di media), ma i nerazzurri partivano da ben altra base, sulle ali dell’entusiasmo per il ritorno in Champions. Proprio in ottica derby, il Milan si aspetta di ritoccare il record d’incasso stabilito contro la Juve, dove sfor i 5 milioni (come del resto accadde all’Inter all’andata lo scorso ottobre). In attesa di capire se ristrutturare il Meazza o costruire un nuovo impianto nella stessa aerea, insomma, i due club milanesi continuano a fare bagni di folla a San Siro. Con soddisfazione del Comune di Milano, che spinge affinch le due squadre non cambino casa, rendendola soltanto pi moderna ed efficiente.



MORALE ALTO
Se i tifosi rossoneri sono su di giri, lo stesso si pu dire dei calciatori. Ieri per la squadra l’allenamento era facoltativo, ma a Milanello si sono presentati in tanti, tra cui alcuni dei giocatori utilizzati contro l’Empoli. Palestra per chi andato in campo venerd, esercitazioni con la palla per gli altri. Un segnale di grande voglia, che a Gattuso avr fatto piacere. Anche perch alle porte c’ la semifinale di Coppa Italia, in programma marted contro la Lazio: in caso di successo, il traguardo dei 60mila contro il Sassuolo diventerebbe pi concreto. E sarebbe un altro passo simbolico del club nel processo di valorizzazione del brand in Italia e all’estero: nell’agenda dell’a.d. Gazidis e della propriet Elliott resta un punto fondamentale per tornare nell’elite del calcio mondiale.

 Stefano Cantalupi 

© riproduzione riservata




Link ufficiale: gazzetta.it