Under 17 all’assalto della Francia con Tongya, il piccolo Pogba della Juve – La Gazzetta dello Sport


Nato a Torino da genitori del Camerun, il talentino bianconero ha deciso il quarto di finale col Portogallo e stasera punta a ripetersi nella semifinale dell’Europeo

Italia-Francia è sempre uno spettacolo. La semifinale dell’Europeo Under 17 di stasera, alle 20 italiane, addirittura è imperdibile: la grande scuola francese, la più impressionante degli ultimi anni, contro l’Italia di Carmine Nunziata che un anno fa ha perso la finale ai rigori. I giocatori ovviamente sono diversi e questa è la squadra dei 2002, con Sebastiano Esposito, già visto per qualche minuto con l’Inter dei grandi, in attacco assieme a Nicolò Cudrig, friulano che gioca in Belgio.

ADIL E FRANCO

—  

I quarti di finale giocati in Irlanda però suggeriscono di guardare il duello tra due centrocampisti offensivi. Adil Aouchiche è il capocannoniere del torneo: ha segnato 9 gol in quattro partite, come Platini all’Europeo dei grandi nel 1984, compreso un poker nel 6-1 dei quarti con la Repubblica. Franco Tongya ha numeri meno impressionanti ma gli appassionati di calcio giovanile cominciano a conoscerlo, anche perché ha deciso il quarto di finale con il Portogallo: 1-0 Italia, suo gol con inserimento in area. Franco è nato a Torino nel 2002 da genitori camerunesi ed è arrivato da piccolo alla Juve, con cui gioca ancora in mezzo al campo, da mezzala con istinti da trequartista. È presto per parlare di lui come di un giocatore importante – la testa, a 17 anni, è una grande incognita – ma Tongya intanto segna e stasera guarderà in faccia la Francia con il suo numero 7. Per uno juventino, non un numero qualsiasi.


Link ufficiale: gazzetta.it