“Valeri e Manganiello hanno sbagliato. Uso pi ampio? Ne parleremo”


Marcello Nicchi, 65 anni. Getty Images

“In Inter-Parma, Manganiello doveva andare a vedere le immagini sia sul fallo di Gagliardini sia sul tocco di mano di Dimarco. In Udinese-Torino, Valeri ha sbagliato per precipitazione”. il commento di Marcello Nicchi, presidente dell’Associazione arbitri, sui tre casi pi caldi dell’ultima giornata di Serie A, episodi che hanno scatenato polemiche e riaperto il dibattito sul corretto e uniforme utilizzo della Var. Come auspicato anche dal presidente della Lega di Serie A, Gaetano Miccich (“Sono iper favorevole alla Var, trovo sbagliato che non se ne faccia pieno uso”). Nicchi d’accordo: “C’ un protocollo chiaro e non cambiato nulla dallo scorso anno: se gli arbitri lo seguono, ok; se sbagliano non seguendolo un errore. La Var ha indicazioni chiare su come essere utilizzata, e purtroppo non cancella tutti gli errori… Rispetto le opinioni di Miccich e ne parleremo”. Poi Nicchi analizza i singoli casi, partendo da quello che successo sabato a San Siro: “In Inter-Parma Manganiello e la videoassistenza hanno commesso due errori non andando a rivedere le immagini, come da protocollo, sul tocco di mano di Dimarco in area e su un fallo di Gagliardini che purtroppo per l’arbitro non aveva visto: poteva essere sanzionato col giallo o col rosso, ma il Var doveva chiamarlo”.
Udinese-toro
A Udine, invece, in occasione del gol non convalidato a Berenguer, Valeri non ha rispettato le disposizioni del designatore Rizzoli: “In casi del genere – prosegue Nicchi – la Var non c’entra: la disposizione del designatore dice di far finire l’azione, per poter poi valutare se c’ fuorigioco con l’uso del video. Se invece la fermi prima, la Var non pu pi intervenire. E qui non neanche pi questione di protocollo. Ha sbagliato per precipitazione”.


Link ufficiale: gazzetta.it