Veleni Roma, la rabbia dei tifosi: “Dovete chiarire” – La Gazzetta dello Sport


Dopo l’articolo di Repubblica sul presunto ostracismo per De Rossi, c’è agitazione tra i supporter giallorossi. Nel mirino anche Baldini, che lavora “da lontano”

Due settimane fa, era il 14 maggio, Roma si era svegliata con la notizia improvvisa dell’addio di De Rossi. Stamattina, invece, si è svegliata con l’inchiesta di Repubblica sul caos interno alla società, che ha toccato, soprattutto, i due simboli: lo stesso De Rossi e Francesco Totti. “È un inferno, non ce la faccio più”, la telefonata in lacrime di un ascoltatore in un’emittente radiofonica. Erano appena le 7.30.

rabbia

—  

La maggior parte dei tifosi se la prende la società (“incapace di gestire qualsiasi cosa”), in molti attaccano anche i giornalisti (“la mail è vera, il resto dell’articolo è solo gossip”), qualcuno se la prende con De Rossi e gli altri senatori, ma è una sparuta minoranza. I romanisti, oggi, non vogliono e non possono credere che l’uomo che ha raccolto la fascia di Totti sia stato il primo a volerlo via dalla Roma. E in tanti, a sostegno di questo, pubblicano una foto: Francesco che la sera dell’addio di Daniele abbraccia a lungo la moglie Sarah, in lacrime.

suburra

—  

Nelle radio c’è chi parla di “Suburra romanista”, chi chiede che “Totti faccia sentire la sua voce” e chi, come ad esempio l’ex attaccante Roberto Pruzzo chiarisce: “Qui si capisce che se non c’è uno che comanda, ognuno può fare ciò che vuole”. E ancora: “Faceva bene Spalletti a parlare di topini, via le spie da Trigoria”, oppure: “La società convochi una conferenza stampa e ci dica tutto”. I tifosi chiedono chiarezza, anche e soprattutto sul ruolo di Franco Baldini. Perché se da una parte i romanisti non accettano – e probabilmente non lo faranno mai – una contrapposizione tra le loro bandiere, non accettano neppure che la Roma sia gestita a distanza: “Testa grigia Frank ci liberi della sua presenza da lontano. Basta”. Nell’articolo il nome del consulente del presidente non compare, ma per i tifosi è lui il principale responsabile. Le ore passano, i tweet aumentano così come i commenti nelle radio, i tifosi che pensavano oggi di dover parlare solo dell’allenatore non se ne fanno una ragione.

capitani

—  

All’emittente “Teleradiostereo” interviene Carlo Bonini, uno dei due autori dell’articolo, i tifosi ascoltano e leggono le sue parole, ma è una magra consolazione. Oggi, 30 maggio (“un giorno che andrebbe eliminato, tra la Champions persa con il Liverpool e la morte di Agostino”), i romanisti si chiedono se davvero la situazione tra i due simboli fosse così complicata. E si chiedono se davvero lo spogliatoio in questa stagione sia stato una bomba pronta a scoppiare. Qualunque sia alla risposta, per tutti vale la chiamata di Ornella, 65 anni: “Io una cosa così non l’ho mai vista qui. Povera Roma mia”.


Link ufficiale: gazzetta.it