Venezia, travolto da un’auto mentre corre a prendere il bus: morto 27enne


Un ragazzo di ventisette anni è morto nel tardo pomeriggio di domenica a Marghera, nel Veneziano. Si chiamava Alvise Donà ed era un informatico residente a Cannaregio. Secondo la ricostruzione dei quotidiani locali, domenica pomeriggio intorno alle 19 il giovane stava attraversando la strada in via Colombara, a Marghera, per andare a prendere l’autobus e tornare a casa. Si tratta di una zona poco illuminata dove non ci sono neppure le strisce pedonali: probabilmente il conducente dell’auto che l’ha travolto non lo ha proprio visto. Alvise è stato centrato in pieno da una Mercedes ed è stato sbalzato dalla macchina per decine di metri. L’impatto è stato terribile e per il giovane non c’è stato nulla da fare: inutile l’intervento dei soccorritori, il ventisettenne è morto sul colpo. Subito dopo lo schianto il conducente dell’auto che lo ha travolto si è fermato in stato di shock.

Il padre si è sentito male sul luogo dello schianto – Secondo la ricostruzione de La Nuova Venezia, sul luogo dell’incidente mortale si è precipitato il papà della vittima avvisato dalla polizia municipale: l’uomo avrebbe avuto un malore sul posto e sarebbe stato riaccompagnato subito a Venezia. Alvise Donà viveva insieme ai genitori a Cannaregio e lavorava come informatico all’Interlogica di via Miranese, a Mestre. Chi lo conosceva lo descrive come un giovane che conduceva una vita molto riservata. Probabilmente ieri sera era appena uscito da un centro commerciale ed era intenzionato a prendere un autobus per tornare a casa quando, all’incrocio fra via Fratelli Bandiera e via Colombara, è stato investito.


Link ufficiale: https://www.fanpage.it/feed/