Vertice utile, manterremo le promesse fatte agli italiani


Al termine del vertice economico tenutosi a Palazzo Chigi alla presenza del ministro dell’Economia Giovanni Tria, del ministro degli Affari Europei Paolo Savona, del presidente del Consiglio Giuseppe Conte e dei vicepremier Luigi Di Maio e Matteo Salvini, il leader della Lega ha dichiarato che l’incontro sarebbe stato fruttuoso e che l’esecutivo manterrà gli impegni presi: “Bello e proficuo lavoro, per far crescere l’economia italiana (senza regali alla Renzi) rispettando gli impegni presi con tutti a partire da quelli con gli italiani, su tasse, pensioni reddito di cittadinanza e maggiori posti di lavoro. Gli esperti dei due movimenti sono costantemente al lavoro per recuperare sprechi ma soprattutto per assicurare riforme necessarie e coraggiose”.

Il vertice di questo pomeriggio è il primo appuntamento di maggioranza dedicato alla messa a punto della legge di bilancio, nell’ambito della quale andranno distribuite le risorse disponibili tra gli interventi promossi dalla Lega, ovvero la flat tax per le imprese e le partite Iva, la pace fiscale, la riduzione dell’Ires per le aziende e il superamento della legge Fornero con la riforma della quota 100 con età minima pensionabile pari a 62 anni, e quelli fortemente voluti dal M5S, a cominciare dalla pensione minima di cittadinanza da 780 euro e il reddito di cittadinanza. Stando a indiscrezioni, il governo vorrebbe mettere sul piatto fino a 28-30 miliardi di risorse per la manovra, compreso l’intervento per sterilizzare gli aumenti dell’Iva e delle accise.

L’obiettivo del ministro dell’Economia Giovanni Tria è invece quello di mantenere in ordine i conti nell’ambito di un deficit che non superi l’1,6 per cento, per non aggravare lo stato dei conti pubblici e non sforare i parametri europei.


Link ufficiale: https://www.fanpage.it/feed/