Violenza a Sassari, 58enne preso a sprangate sul volto per 20 euro: Sono vivo per miracolo


L’hanno preso a sprangate sul volto, gli hanno sottratto i 20 euro che aveva nella borsa a tracolla e sono scappati via, noncuranti del fatto che la loro vittima avrebbe anche potuto morire. È questo l’ennesimo episodio di violenza verificatosi a Sassari, in Sardegna, che è stato denunciato da un uomo di 58 anni, aggredito lo scorso sabato sera, intorno alle 23, mentre stava passeggiando verso casa. Secondo quanto riporta il quotidiano La Nuova Sardegna, i fatti si sarebbero verificati in via Istria, nel cuore del rione Prunizzedda. “Se sono vivo e posso raccontare quello che mi è successo è solo per una questione di pochissimi centimetri, se mi avessero colpito appena più su, in mezzo alla fronte, molto probabilmente mi avrebbero ammazzato”, ha detto il 58enne, che è stato colpito tra il naso e lo zigomo.

Come ha raccontato alla stampa locale, l’uomo, un operatore socio-sanitario momentaneamente senza un impiego fisso, stava tornando a casa a piedi dopo aver mangiato una pizza quando è stato avvicinato da due ragazzi, che aveva notato poco prima con la coda dell’occhio. Poco dopo, è stato colpito con una mazza e ha perso i sensi. Quando è rinvenuto, dopo circa 30 minuti dall’aggressione, si è ritrovato in una pozza di sangue, che gli scendeva dal viso, e nel bel mezzo di un terreno incolto accanto ad alcuni cassonetti dell’immondizia. Si è anche reso conto che i 20 euro che aveva nella borsa era spariti, così come i due aggressori, dei quali si è persa ogni traccia.


Link ufficiale: https://www.fanpage.it/feed/