“Vogliamo la finale dell’Europeo 2019. Siamo in crescita”


Luigi Di Biagio. Getty Images

Luigi Di Biagio. Getty Images

Prima della Dacia Arena, Udine ha aperto all’Italia Under 21 la Sala del Popolo del palazzo comunale. Il sindaco Pietro Fontanini ha accolto la delegazione azzurra con l’altro padrone di casa, il d.g. dell’Udinese Franco Collavino, ricevendo in cambio una maglia azzurra numero 10 (“Mi si addice, da giovane ero un regista, mi ispiravo a quel funambolo di Omar Sivori”), alla vigilia della sfida amichevole che domani vedr la squadra di Gigi Di Biagio affrontare il Belgio, imbattuto nelle qualificazioni all’Europeo dell’anno prossimo e guidato da Johan Walem, ex regista dell’Udinese e visto poi anche a Parma. Proprio Udine ospiter la finale, il 30 giugno 2019, e allora l’auspicio di Di Biagio d’obbligo: “Per tornare a giocare qui dovremo per forza arrivare in finale, perch altrimenti non saremo impegnati alla Dacia Arena. Dunque la speranza proprio quella di tornarci. Intanto, speriamo anche di disputare con il Belgio una bellissima gara. E di fare risultato, naturalmente. C’ una serie di motivi che ci spinge a fare bene domani. Speriamo anche che venga tanta gente, perch la partita di livello, il Belgio una bella squadra, noi siamo in crescita: la volont nostra giocare un buon calcio e far divertire la gente”.

bilancio
Nel gruppo azzurro, privo di Barella e Cutrone aggregati alla Nazionale di Mancini (anche se il centravanti del Milan ha lasciato per infortunio), ci sono i “ragazzi di casa” Mandragora e Scuffet (“Un prodotto della terra friulana”, ha sottolineato con orgoglio il sindaco Fontanini. “Ha vissuto momenti difficili, sono felicissimo che ne sia uscito, ora dia continuit alle sue buone prestazioni”, ha aggiunto il c.t.) e anche i ragazzi del ’99: il difensore del Parma Alessandro Bastoni e i romanisti Luca Pellegrini e Nicol Zaniolo, tutti alla prima convocazione. Come il 2000 Moise Kean. Ma tutti gi ampiamente colorati di azzurro. “Nel gruppo abbiamo 30-40 giocatori su cui stiamo lavorando – ha spiegato Di Biagio -, guardiamo chi in Nazionale maggiore e chi nelle nazionali giovanili, lavoriamo in simbiosi poi da qui a giugno tireremo le somme. Noi per il momento siamo contenti”. Appuntamento a domani alle 18.30.


 Alex Frosio 

© riproduzione riservata


Link ufficiale: gazzetta.it