Youth League: Roma-Real Madrid 1-6


Alessio Riccardi, attaccante della Roma. LaPresse

Alessio Riccardi, attaccante della Roma. LaPresse

Con una vittoria, la Roma avrebbe staccato il biglietto per la seconda fase di Youth League con un turno di anticipo. Quella del 12 dicembre in Repubblica Ceca contro il Viktoria Plzen, invece, sar tutt’altro che una gita: al Tre Fontane, nulla da fare per i giallorossi contro un Real Madrid straripante. E’ finita 6-1, colpa di un avvio sprint degli spagnoli, avanti di tre gol gi dopo 24 minuti. Real gi qualificato e sicuro del primo posto: la Roma seconda a 6, il Viktoria terzo a 5. La squadra di De Rossi dovr tornare da Plzen con almeno un punto per non rimpiangere quel 3-4 nel giorno del gravissimo infortunio a Calafiori.

INIZIO SHOCK
Cinque minuti e Real Madrid gi in vantaggio, anche se sul gol di Gila c’ l’ombra di una spinta del giocatore spagnolo ai danni di Semeraro. La Roma, stordita, ha subito il raddoppio del Real all’8: a segno, il baby fenomeno brasiliano Rodrigo (ex Palmeiras) su assist di Park. Solo a quel punto, i giallorossi si sono svegliati: da destra, Parodi – sostituto naturale di Bouah, operato ieri al crociato dopo l’infortunio di venerd scorso contro la Fiorentina – ha crossato per Marcucci, ma il portiere Altube stato bravo sia sul colpo di testa del capitano che sul tap in di Bucri, che sempre di testa ha impegnato ancora Altube poco dopo. Nel momento migliore della Roma, il Real ha sfruttato gli spazi concessi per segnare il 3-0 con Gutierrez.


REAZIONE
Un Real Madrid straordinario in fase di costruzione del gioco e di possesso palla, meno in fase difensiva: nella ripresa, De Rossi ha inserito D’Orazio al posto di Bucri, poi al 59′ arrivato l’1-3 del solito Alessio Riccardi, che ha chiuso un contropiede (partito sugli sviluppi di un angolo per il Real) saltando Altube e rianimando la Roma. Una Roma che poi passata dal possibile 2-3 (Cangiano non riuscito a correggere in rete un cross del solito Riccardi) al 4-1, ancora di Rodrigo. Diventato 6-1 al 91′ grazie alla doppietta di Pedro nei minuti di recupero.

 Marco Calabresi 

© riproduzione riservata


Link ufficiale: gazzetta.it